Trend 2022: packaging sostenibile, inclusivo, efficiente

Gualapack Packaging Trends 2022

Dalle buste monomateriale al design che rende la vita più facile a tutti, i nuovi prodotti Gualapack dettano il passo per i “must” del packaging – per il 2022 e oltre.

Quest’anno il packaging avrà un ruolo chiave nel concretizzare una serie di profondi cambiamenti nell’esperienza dei consumatori di tutto il mondo. L’igiene e la sicurezza, la facilità di utilizzo per persone di ogni età e abilità, la circolarità, la riciclabilità e la consapevolezza ambientale che ormai influenza ogni nostra azione: saranno tutti fattori fondamentali in un contesto in cui Covid-19, cambiamento climatico, transizione digitale e inclusività lasciano il segno nella cultura globale. I consumatori ormai cercano ed esigono che aspetti fisici e tangibili come il packaging cambino per restare al passo con i tempi, o addirittura per offrire nuove soluzioni a problemi decennali.

Gualapack rivolge da sempre un occhio attento alle future evoluzioni del mercato: non solo per cogliere importanti opportunità di business, ma anche per offrire ai propri clienti i prodotti migliori per le loro esigenze, considerando sempre l’impatto a lungo termine di ogni innovazione. Da questo punto di vista privilegiato, abbiamo identificato i trend più importanti per il packaging nel 2022 e oltre.

La plastica sostenibile diventa realtà

Le crescenti critiche rivolte al packaging di plastica hanno stimolato ormai da anni la nascita di molteplici soluzioni per ridurre, riusare e riciclare i materiali.

Molte aziende hanno eliminato gli elementi di packaging non indispensabili, progettato bottiglie e flaconi con plastica più sottile, e iniziato a suggerire modi creativi per riutilizzare i contenitori. Alcuni brand hanno avuto la determinazione e la possibilità di investire le risorse necessarie per sviluppare nuovi prodotti, o persino nuovi materiali, che rendono il processo di riciclaggio più facile ed efficace: per esempio il Pouch5 di Gualapack è la prima busta flessibile monomateriale che può essere differenziata direttamente nel flusso PP, tappo incluso.

Un numero ancora ristretto di realtà è stato anche in grado di usare plastica riciclata per creare nuovi prodotti, alleggerendo la pressione sulle discariche e regalando nuova vita ai materiali: è quello che ha fatto Gualapack a inizio 2022, in partnership con SABIC, fornendo a Ella’s Kitchen – un brand di alimenti per bambini leader nel Regno Unito – 3,5 milioni di tappi di plastica riciclata con tecnologie avanzate per i suoi pouch.

Pur tenendo sempre a mente che il cambiamento non deve compromettere la qualità del prodotto o l’esperienza del consumatore, tutti questi approcci contribuiscono a rendere la plastica un materiale più sostenibile.

Dalla facilità di utilizzo all’inclusività per tutti

Praticità e convenienza sono sempre state caratteristiche importanti quando si tratta di packaging. Oggi è più vero che mai, viste le esigenze della popolazione sempre più anziana, la maggior consapevolezza per i limiti alla mobilità di alcuni e la crescente domanda per prodotti che non necessitino di strumenti particolari o istruzioni per l’uso. Il packaging vincente deve quindi essere pensato con attenzione, non solo per contenere in modo sicuro ma anche per essere aperto facilmente da chiunque: accessibilità e inclusività devono essere incorporate nel materiale stesso, sin dalle primissime fasi della progettazione.

Easysnap, per esempio, è stato ideato specificatamente per garantire a tutti un modo semplice e intuitivo per aprire agevolmente pacchetti monodose di qualsiasi prodotto liquido o cremoso, anche con una mano sola.

L’idea è far leva sulla facilità d’uso per migliorare l’esperienza dei consumatori, dall’unboxing all’utilizzo vero e proprio: le impugnature ergonomiche, la plastica antiscivolo e persino i codici colore sulle confezioni per identificare i prodotti con più facilità sono tutte scelte che vanno in questa direzione. Lo Squeezer Cap di Gualapack, per esempio, permette anche ai bambini di prepararsi la merenda da soli, spalmando formaggio cremoso o marmellata su una fetta di pane senza usare coltelli.

Packaging efficiente per l’e-commerce

Sin dall’inizio della pandemia le consegne a domicilio e l’e-commerce hanno registrato una crescita eccezionale. Secondo The State of Online Marketplace Adoption, un rapporto sui consumi globali stilato da Mirakl, “oggi il 70% dei consumatori nel mondo si dichiara convinto che i marketplace online siano il luogo più comodo dove acquistare, e il 66% preferisce i siti che offrono l’acquisto online rispetto a quelli privi di questa funzionalità”. Questo ha avuto un impatto evidente sulla logistica, che deve garantire un trasporto sicuro e tempestivo ma anche ottimizzare il peso e il volume dei beni trasportati, per ragioni economiche e d’impatto ambientale.

In molti casi passare al packaging flessibile può essere la soluzione migliore: leggeri ma resistenti, tutti i pouch di Gualapack sono adatti a contenere e proteggere tanti tipi di prodotti diversi anche lungo percorsi lunghi e complessi, pur offrendo a tutti i soggetti coinvolti nella logistica – da chi gestisce i magazzini ai fattorini – la possibilità di riempire scatole e furgoni in modo molto più efficiente rispetto ai packaging rigidi.

Igiene al massimo, spreco al minimo

Oltre a sostenere il forte aumento dello shopping online e delle consegne a domicilio, il Covid-19 ha anche spinto i consumatori a prestare maggiore attenzione alla sicurezza e all’igiene. La plastica permette di creare packaging ermetici e può essere pulita o disinfettata, se necessario, ma è anche comoda per i prodotti monodose, che possono evitare il passaggio di contenitori più grandi tra più persone: pensiamo per esempio ai pacchetti di ketchup invece delle bottiglie lasciate sui tavoli dei ristoranti.

Il packaging di plastica permette anche di dividere un prodotto tra più porzioni in modo efficiente, e può essere facilmente richiuso. Questo è un aspetto particolarmente importante, vista la diffusione di nuclei famigliari più piccoli e di stili di vita più dinamici, che rischiano di trasformare i “formati convenienza” in cibo avariato che finisce per essere gettato. La confezione giusta permette ai consumatori di usare solo la quantità di prodotto di cui hanno bisogno e di conservare il resto per dopo. 

Con l’evoluzione dei mercati globali ci aspettiamo che questi trend diventino sempre più forti, vista la crescente attenzione e l’interesse dei consumatori per ogni aspetto che riguarda gli acquisti. Ben lungi dall’essere un dettaglio trascurabile, il packaging fa ormai parte dell’esperienza e del processo decisionale delle persone, per le loro esigenze quotidiane e, soprattutto, per la salvaguardia ambientale nel lungo periodo. L’impegno continuo per la sostenibilità permette a Gualapack di offrire soluzioni che soddisfano le nuove esigenze in questo scenario in evoluzione, non solo in termini di qualità e caratteristiche dei nostri prodotti ma anche perché, come azienda, ci impegniamo a essere più sostenibili sotto ogni aspetto: dall’illuminazione a basso consumo nelle nostre fabbriche all’utilizzo di fonti rinnovabili per la produzione.